Come Si Cambia

Pubblicato: marzo 6, 2009 da checco76 in Uncategorized

coordinatepolari

Io non ero cosi’. Lo sono diventato. Avevo certezze, sicurezze, pensavo ci fossero i buoni ed i cattivi, il bene ed il male. E tutto era piu’ facile da vivere. Era anche piu’ semplice essere felici. Era piu’ facile ridere e divertirsi. Non so, saranno stati i cartoni animati degli anni ’80 ad influenzarmi. Li’ era semplice sapere chi era il buono e chi era il cattivo.

Poi e’ tutto cambiato. Non so perche’. Forse non c’e’ nemmeno un motivo o, piu’ probabilmente, ce ne sono stati diversi. Poi forse sono cresciuto. Poi forse ho conosciuto tante persone, persone diverse che venivano da tante parti del mondo. Ho cominciato a pensare che il bene, il male, il buono ed il cattivo per poter essere definiti hanno bisogno di premesse, hanno bisogno di contesti e che, in fondo, un sistema di riferimento assoluto non esiste.

Cio’ non significa essere qualunquista. Anzi. Significa cercare di valutare tutto e tutti e, solo a quel punto, accettare o contestare. E’ un modo difficile e molto faticoso di portare avanti le cose il pensare (provando a non diventare matti) se credere a cio’ che ti viene detto oppure no. E’ molto piu’ semplice accettare le cose o rifiutarle a priori; molto, molto piu’ difficile e’ accettarle o rifiutarle avendo provato a capirle. Alle volte farebbe meno male dire un semplice si’ o un semplice no; mandare a quel paese qualcuno o abbracciare qualcun altro. Voler capire e’ terribile e molto meno gratificante nell’immediato di quanto il positivismo del termine “capire” dia ad intendere. Se poi si considera il fatto che non raramente si sbaglia, beh… Non e’ semplice.

Mi piaccio di piu’ cosi’? Si’, forse mi piaccio di piu’. Sicuramente piaccio di meno agli altri. Ma poco importa. Sono meno felice? Probabilmente sono piu’ cosciente del fatto che scambiavo per felicita’ qualcosa che felicita’ non era. Una volta ero piu’ “spensierato”, sicuramente chiacchierare con me era piu’ divertente. Ora sono piu’ difficile da gestire e parecchio piu’ “demanding”.

Ma perche’ ho scritto questo post?

Magari non lo pubblico. Mah si’… Mi sono gia’ sputtanato un sacco di volte, una in piu’ non fa la differenza… Lo pubblico.

Annunci
commenti
  1. Skyler ha detto:

    Mi conforta sapere di non essere l’unica a fare questi discorsi 😉

  2. checco76 ha detto:

    Beh… Pero’ i matti non sono meno matti nei manicomi… O no? 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...