Cinismo ed Opportunismo

Pubblicato: aprile 29, 2009 da checco76 in Uncategorized

cinismo

Ho buttato via qualche minuto (tra i minuti spesi peggio della mia vita) per leggere la “notizia” che oggi compare in prima pagina sui quotidiani. “La Signora” (stiamo parlando di Veronica Lario, la moglie del Presidente del Consiglio dei Ministri) ha commentato le voci secondo le quali il PdL avrebbe candidato una serie di veline, meteorine, zoccoline, etc. etc. nelle liste elettorali per le elezioni europee.

La “Signora” si candida a leader del’opposizione affermando “ciarpame senza pudore quelle donne nelle liste”. Il Presidente (di un numero “N” di cose, per “N” tendente all’infinito) le risponde dicendo che “ha creduto alla sinistra”.

La mia cara nonna diceva “tra moglie e marito non mettere il dito” ed, infatti, se il Sig. B. facesse una politica seria e rigorosa, il mio cinismo ed il mio opportunismo mi porterebbero a non interessarmi di quante scappatelle, rapporti impropri (ricordate Clinton?), torpide storie di sesso il Presidente possa avere. In generale, comunque, la vita privata di ognuno deve rimanere privata. Ovviamente io non sono la Sua Signora e posso capire che alla suddetta girino un poco le scatole, ma rimangono questioni personali e trovo squallido scrivere un articolo in merito. I giornali italiani sono diventati, oramai di fatto, dei settimanali di gossip!

Di tutta questa “storia”, pero’, cio’ che non capisco e’ l’atteggiamento della sinistra. Se io fossi un candidato pagherei oro per avere come mio avversario una velina! Non posso avere paura di una velina! Se ho paura di una velina significa che ho paura di me stesso! Significa che credo cosi’ poco nelle mie idee o nella mia capacita’ di trasmetterle che sono costretto ad interessarmi della taglia di reggiseno di chi a quelle idee si contrappone.

La verita’ e’ che il Sig. B. puo’ permettersi di candidare le letterine, veline, etc. perche’ la statura morale ed intellettuale degli avversari e’ nulla. Perche’, badate bene, il Sig. B. e’ tante cose, ma non e’ stupido! E ben sa che tra due ignoranti la gente, probabilmente, scegliera’ almeno quella piu’ gnocca!

Quindi, mie cari compagni, o tiriamo fuori gente valida che con la sola presenza possa oscurare la bella apparenza delle suddette scosciate, oppure prepariamoci ad un’altra sonora sconfitta!!!

Annunci
commenti
  1. Skyler ha detto:

    Pur non essendo una “compagna” vorrei commentare comunque, se posso…spero tu non te la prenda 😉

    Non definirei il comportamento del centro-sinistra come “incomprensibile” sarebbe sopravvalutarlo. Lo definirei invece scandaloso. Semplicemente. Ma soprattutto trovo scandaloso che nessuno nel centro-sinistra intuisca perché il “popolino del Bagaglino” abbia così tante possibilità di affermarsi pur essendo palesemente non all’altezza…stiamo parlando del Parlamento europeo, la vetrina politica europea per eccellenza.

    Dico, ma dai tempi dei romani, si è mai visto un politico che speri nell’elezione senza mai farsi vedere? Senza avere un contatto diretto con i suoi potenziali elettori? Chi sono i candidati del centro-sinistra? Che faccia hanno? Cosa pensano? Boh… Devo andarmeli a cercare io su internet.

    Il popolo del Bagaglino ha visibilità. E, per quanto triste possa essere, nell’immediato l’immagine batte la parola come la carta copre il sasso. Se poi la parola neanche viene pronunciata in modo che qualcuno la possa sentire allora…

    Io credo (e spero) che di candidati competenti ce ne siano. Magari non sarà periodo di figure carismatiche ma sono convinta che, se fatto bene, un lavoro di squadra può compensare questa carenza.

    Mi si può dire: “I candidati ci sono ma la copertura mediatica non è uguale per tutti”. Benissimo. E allora? Ce ne staremo con le mani in mano in attesa che il problema si risolva da sè? I giornali sono di parte? Ne fondassero di nuovi. I canali televisivi principali sono sotto il controllo, più o meno diretto, di una persona e quindi sono parziali? Ne aprissero di nuovi, dove poter dare spazio ai giovani leader di domani.

    Perché poter fare esperienza conta. E il problema principale di questo atteggiamento improntato sulla reattività passiva alle iniziative dell’altra parte è che… le giovani leve non imparano o, peggio, imparano. A crescere da inetti. E perdenti.

  2. Lorenzo ha detto:

    1) “Se ho paura di una velina significa che ho paura di me stesso!”

    NO, significa che sai come il popolo italiano e’ diventato dopo 15 anni di Berlusconi: una massa di decerebrati. Quindi la velina tira piu’ di un “politico malvestito e maleodorante”, come dice Berlusconi – sapendo quello che dice.

    2) “il Sig. B. puo’ permettersi di candidare le letterine, veline, etc. perche’ la statura morale ed intellettuale degli avversari e’ nulla.”

    No, qua si parla della morale dei tuoi vicini di casa e del 72% delle persone che ti circondano!

    3) “o tiriamo fuori gente valida che con la sola presenza possa oscurare la bella apparenza delle suddette scosciate”

    Lo sai che non c’e’ nulla di piu’ potente di una bellezza seminuda … altro che gente valida, ormai la partita e’ persa per sempre.

    Apprezzo la Lario che dice che non le preoccupa Berlusconi, ma quello che verra’ dopo, quando una folla di milioni di Italiani vorra’ qualcuno sul balcone di P.za Venezia. E allora saranno cazzi amari! Immaginati un Gasparri in quella posizione! O un La Russa! O una bocca di botox!

    (la tua analisi dei fatti mi ha deluso assai)

  3. checco76 ha detto:

    Mio caro… Partiro’ dalla fine. Se la partita e’ persa per sempre, allora perche’ continuare a combattere e a lamentarsi?

    Parliamoci chiaro. Sara’ pure che gli italiani si sono rincolgioniti a causa di 15 anni di Berlusconi, ma se questi quindici anni gli sono stati concessi di chi e’ la colpa?

    L’errore e’ stato quello di volerlo combattere con le sue armi. Berlusconi e’ un venditore di fumo. La sinistra ha voluto negli ultimi due decenni combatterlo vendendo fumo. Ma c’e’ chi ci e’ portato e chi no. La sinistra da 60 anni ha come fondamento dei valori e i valori non si vendono, si devono condividere. L’errore e’ stato quello di non aver voluto dare centralita’ alla sostanza, ma importanza alla forma e soprattutto alla contrapposizione.

    Ora basta… Se dopo 15 anni Berlusconi ha vinto e continua a vincere significa che il modello di contrasto, che risiede nel dipingerlo come causa di ogni male, non funziona.

    Non me ne frega piu’ un’emerita fava di cosa egli faccia! M’interessa che cosa facciamo noi! M’interessa che venga proposta un’alternativa valida. La piu’ valida. E se lui presenta quattro fighettine in gonnella, la mia risposta non puo’ essere quella di presentarne cinque ignude! Signori, svegliamoci! Lo so che costera’ fatica… Ma e’ l’unico modo per fermare la deriva. Non e’ calvalcando quest’onda che si arriva da qualche parte!

    Mi dispiace se ti ho deluso, ma criticare e basta temo non serva. Anzi credo che sia assolutamente controproducente. Bisogna che le forze di opposizione si riorganizzino. E’ necessario che vi sia un leader. E’ necessario che la si smetta con i giochini interni di potere, perche’, guardiamoci in faccia, il vero potere ce l’hanno altri!

    Muoviamo il nostro sederino dorato e facciamo! Siamo diventati vecchi tromboni che guardano l’altro e lo criticano senza avere in mano una valida alternativa!

    Qualcosa del genere non si fa dall’oggi al domani. Abbiamo perpetrato una via sbagliata per 15 anni e ora ne paghiamo le conseguenze. Detto questo, ci si deve rimboccare le maniche e FARE, non criticare e/o parlare!

    Veronica Lario dice cose giuste, sono d’accordo, ma non e’ facendole presenti che le si evitano, e’ lavorando perche’ non si verifichino che potremo evitarle. E’ spiegando cos’e’ la liberta’, la democrazia, il DIRITTO (cazzo! Il diritto), l’uguaglianza di diritti, la LEGGE, la COSTITUZIONE che si evitano gli assolutismi! E’ facendo capire alle persone perche’ si va a votare su un referendum (e cos’e’ un referendum…) che si da’ valore all’istituzione cosi’ come al voto, invece di perdersi in inutili polemiche sul giorno!

    Scusate lo sfogo…

  4. loranablog ha detto:

    Se a te piace illuderti non e’ colpa mia. Non e’ un mistero che ti piaccia illuderti. Questo w.e. passo a trovarti :====)

    E’ un gatto che si morde la coda: difficile da risolvere.

    La sinistra non fa opposizione perche’ e’ connivente con Berlusconi e si nutre delle illusione di persone come te in buona fede.

    Sono tutti politici: chi piu’ furbi, come Berlusca, chi piu’ stupidi, come Veltroni.

    Io non sono vecchio trombone, ma sono realista e penso che ormai il Berlusconismo sia permeato nella gia’ debole carne italiana.

    Inizia pure a FARE, non cambiera’ nulla. Nessuno che ha il potere vuole FARE e il tuo contributo e’ irrisorio, pur quanto lodevole.

    Un bel culo o un paio di tette spazzano via tutti i concetti di “liberta’, democrazia, DIRITTO (cazzo! Il diritto), uguaglianza di diritti, LEGGE”

    MA non vedi che oggi e’ passata la legge sul federalismo e tutti a tirarsi pugnette con le foto di Noemi?

    No no vai avanti mi piacciono le persone che si illudono 😉

  5. sir charles ha detto:

    scusate se vado un pò fuori tema..
    Può tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro. In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi è un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civiltà e dell’abitudine alla libertà, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare. Preoccupati solo di fare fortuna, non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperità di tutti. In casi del genere, non sarà neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono: saranno loro stessi a privarsene volentieri… Se un individuo abile e ambizioso riesce a impadronirsi del potere in un simile momento critico, troverà la strada aperta a qualsivoglia sopruso. Basterà che si preoccupi per un po’ di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto. Che garantisca l’ordine anzitutto! Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine è già schiava del suo benessere e da un momento all’altro può presentarsi l’uomo destinato ad asservirla. Quando la gran massa dei cittadini vuole occuparsi solo dei propri affari privati i più piccoli partiti possono impadronirsi del potere. Non è raro allora vedere sulla vasta scena del mondo delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta, che agiscono in mezzo all’universale immobilità disponendo a capriccio di ogni cosa: cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi; tanto che non si può fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo. (Alexis de Tocqueville)

  6. Skyler ha detto:

    …ma guarda quanti interlocutori interessanti frequentano questo blog… 😉

  7. Lorenzo ha detto:

    Cari amici, devo darvi una brutta notizia. Checco e’ digitalmente “decesso” dal 29 Aprile 2009. Non si hanno piu’ notizie sui suoi punti di vista da quasi una settimana.

    Sconosciute le cause.
    Coma per troppo de Gregori?
    I Rumeni non si accontentano piu’ del suo garage?
    Donazione di organi per Carletto e Franco?
    Chissa’.

    Attendiamo resurrezione se mai ci sara’.

  8. Skyler ha detto:

    …hm…in effetti…è passata quasi una settimana…

    ??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...