Archivio per agosto, 2011


Ho sempre evitato toni accesi nei post sul mio blog. Ho sempre portato il massimo rispetto agli esponenti politici, rispetto derivante dal loro ruolo istituzionale più che dalla stima personale che nutro per loro.

(altro…)


Ecco i titoli dei giornali:

Corriere Della Sera:
Code da controesodo, ma l’afa se ne va

Repubblica:
Incidenti (e vittime) nel controesodo che chiude le grandi vacanze. Week-end da bollino rosso

Libero:
Estate: controesodo, -10% di vacanzieri rispetto a un anno fa

Sapete da dove prendono i dati alcuni tra i giornali più venduti in Italia? Dall’Osservatori di Milano! Vi giro un link dove c’e’ un interessante studio circa l’Osservatorio di Milano. Andate a pagina 22 dello studio (scaricatelo da qui) e scoprirete su quale solida base scientifica poggiano le valutazioni di tale Osservatorio…


Fa freddo!!! Sulle nuove metro c’è una temperatura prossima ai 15 gradi!!! Fa un freddo cane!!!

Se arrivi dalla superficie un po’ sudato rischi la vita. Se il mezzo euro in più del biglietto serve per il condizionamento dei vagoni, non lo pago!!!!!!!!!!!


In bagno cade Berlusconi e picchia la fronte.

Cade Bossi dal letto e si frattura la spalla.

In Italia l’unica cosa che non cade e’ il governo…


Era presto questa mattina, le 5:15 per precisione, quando sono salito sul taxi prenotato la sera prima alla volta di Malpensa.

In generale i tassisti non sono mai persone banali; li adori o li odii.

Quello di stamane andava oltre… E’ complicato a qualsiasi ora sostenere una discussione sull’economia mondiale, alle 5 del mattino ancora di più!!!

Da stamattina so – per certo – che non esiste una rivolta in Nord Africa, ma che e’ stato tutto pilotato dai 5 “capi del mondo”.

La crisi non esiste! E’ tutto stato deciso dai 5 “capi del mondo”…

I cinesi non valgono un fico secco, cresceranno finche’ faranno comodo… Indovinate a chi? Ovvio: ai 5 “capi del mondo”.

La domanda nasce spontanea… Ma chi diavolo sono i 5 “capi del mondo”? Non si sa !!!

Comunque ciò e’ quel che succede quando programmi come Voyager vengono trasmessi per più di una stagione…


La mia Signora ha l’orologio scarico… O meglio… E’ scarica la batteria dell’orologio, nessuno e’ perfetto e anche le batterie si scaricano.

Siccome ci trovavamo in un Ipermercato pieno di negozi tra i quali gioiellieri ed orologiai abbiamo provato a chiedere se potessero cambiare la pila dell’orologio, ovviamente a fronte di congruo compenso… La risposta da parte di tutti gli “intervistati” e’ stata unanime:”lo dobbiamo mandare in assistenza”…

Per una pila? Se si fosse rotto il vetro lo avreste mandato alla NASA?

Ma e’ secondo voi sensato che per una batteria io debba perdere 2 giorni? Mi ricordo che fino a qualche tempo fa queste stupidate non succedevano.

Nota: giusto perché si sappia, ci trovavamo al Fiordaliso di Rozzano…

Si dovrebbe iniziare a boicottare le marche che vedono il cliente come un pollo da spennare, invece che qualcuno cui offrire un servizio… Una volta era così…


A causa dei numerosi impegni dei non altrettanto numerosi partecipanti, la Candelata di protesta non potrà tenersi ne’ oggi ne’ domani.

Non siano in tanti e, quindi, ogni assenza si nota.

Pensavamo di riprovare a fare una verifica degli impegni e rilanciare per Giovedì. Nel frattempo andrebbe pubblicizzata l’iniziativa. Chi ha un profilo FB potrebbe linkare l’invito e, più in generale, invitare i propri conoscenti a partecipare…

🙂