I miei amici mi prendono – non a torto – sempre in giro dicendo che ascolto musica vecchia. È vero. Non posso discolparmi in alcun modo.

Sarà l’età ed il fatto che sono affezionato a ciò che ascoltavo quando ero più giovane (neanche tanti anni fa, sia ben chiaro!), eppure la musica di oggi non riesce ad entusiasmarmi.

Cantano tutti le stesse cose! Ci sono pochi gruppi che fanno veramente musica e quando ci sono dopo poco le logiche di mercato li fanno diventare melensi e scontati come tutto il panorama circostante.

Non chiedo un altro De André – di genio ne nasce uno ogni cento anni – ma pagherei perché spuntasse almeno un nuovo Vasco! Insomma una voce fuori dal coro, dissacrante e un po’ dannata…

Oggi guardavo i titoli sull’Apple store e mi sono chiesto se chi fa musica ha come target solamente il o la 14enne con gli ormoni a livelli da ricovero!

E poi… Qualcuno vuole dire a gente come Biagio Antonacci che ormai ha 49 anni, i capelli bianchi ed è anagraficamente più vicino a mio papà che ai 20enni di oggi? Dovrebbe cantare di prostata e non di “amori carnali” (con tutto il rispetto per mio papà).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...