Se Si Dimette Un Papa, Figuriamoci Un Presidente Della Repubblica

Pubblicato: aprile 20, 2013 da checco76 in Attualità, Cronaca, Italia, La Casta, Orrori, Politica, Politici Italiani, Societa'
Tag:, , , , , , , ,

Pensate che Napolitano durerà 7 anni? Non scherziamo. Si dimetterà per “raggiunti limiti di età” tra un annetto ed il buon Baffino potrà finalmente coronare il suo progetto.

Purtroppo per gli elettori in buona fede del PD la classe dirigente del partito si è mostrata per ciò che è, ovvero un massa di incapaci.

Il PDL, da parte sua, è sempre fedele a se stesso: un muro di difesa che protegge il capo (o meglio il padrone).

Morale: il Movimento 5 Stelle prenderà il 40% alle prossime elezioni, e se lo sarà meritato tutto!

Lo spettacolo che ci hanno offerto nei 40 giorni dopo le elezioni e soprattutto negli ultimi tre va oltre qualsiasi capacità di sopportazione. C’è chi è ancora capace di tapparsi il naso, io no!

Ma soprattutto non si rendono conto che tra qualche mese la gente li andrà a prendere sotto casa.

Annunci
commenti
  1. Madelyn Z. Cash ha detto:

    Esclusi i criteri di merito (a quel livello tutti sono all’alteza dell’incarico罈, confidano alcuni militari) per tradizione a sedere sulla poltrona pi羅 prestigiosa dell’Esercito 癡 il generale con maggiore anzianit?. Se la consuetudine venisse rispettata, spetterebbe al generale Rocco Panunzi, anche lui per簷 prossimo alla pensione. Nella graduatoria il nome del generale Graziano figura al ventesimo posto, anche per la sua relativamente giovane et?, 58 anni. Un particolare che gli garantirebbe almeno sette o otto anni di comando, e questo a prescindere da chi siede a Palazzo Chigi. Accademia militare di Modena, l’ultimo incarico operativo 癡 stato come comandante dal 2007 fino al 2010 della Missione Unifil in Libano. A suscitare dubbi tra le stellette sono soprattutto i criteri squisitamente politici con cui Graziano si ritrova improvvisamente in cima alla lista dei possibili sostituti di Valotto. Dubbi anche tra i consiglieri militari dei massimi vertici dello Stato. Contrari alla sua nomina non sarebbero solo i generali che si sentono scavalcati e che adesso minacciano le dimissioni in massa, ma anche i due sottosegretari alla Difesa Guido Crosetto e Giuseppe Cossiga.L’ultima parola su cosa accadr? adesso dovr? dirla il governo, che potrebbe prendere una decisione gi? nel prossimo consiglio dei ministri. E visto come si sono messe cose, la soluzione pi羅 probabile sembra essere quella di una proroga in modo da far calmare le acque. Un modo per prendere tempo in attesa di tempi migliori. Come sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...