Archivio per la categoria ‘Attualità’


Abito a Rozzano, ridente comune a Sud di Milano. A dire il vero non si capisce cos’abbia da ridere dal momento che se ne parla solo per persone scomparse, fallimenti di municipalizzate, presepi più o meno mancati.

In fondo, però, se si escludono le zanzare io a Rozzano ci sto bene. Almeno per adesso. Potrei starci meglio? Hai voglia! Soprattutto se completassero il prolungamento della linea tranviaria 15, che da piazza Fontana termina attualmente (per chi è pratico della zona) in prossimità della Torre della Telecom.

(altro…)


Last question:”Is there life on Mars?”…


Perché mai uno dovrebbe consigliare l’acquisto di una marca di elettrodomestici rispetto a un’altra? Credo che i

fattori siano fondamentalmente tre:

  1. Alto rapporto Qualità/prezzo;
  2. Alta affidabilità;
  3. Servizio post-vendita.

Ecco… Se pensate di acquistare Ariston (Indesit) lasciate stare.

(altro…)

Il TAV e CAVOUR

Pubblicato: ottobre 15, 2015 da checco76 in Attualità, Cronaca, Economy, Europa, Italia, Job, No-Tav, Pensieri, Protesta, Societa'
Tag:, , , ,

Personalmente non ho ancora ben capito chi abbia ragione nella vicenda TAV; non trovo, infatti, fonti imparziali che diano dati e non l’elaborazione di dati. Qualche tempo fa, però, ho sentito alla radio l’intervista a un dirigente del progetto.

Il suddetto con enfasi spiegava come i tunnel in uso attualmente siano stati la geniale intuizione di Cavour che, di fronte al progresso tecnologico dell’epoca, intravide la necessità di costruire collegamenti per la circolazione delle merci e delle persone. Così il traforo in Val di Susa rappresenterebbe la continuazione del pensiero illuminato dello statista…

Il discorso è molto scenico, emozionale e corrisponde a uno schema preciso delle tecniche della comunicazione: citare personaggi noti a tutti, sottolinearne il genio e la grandezza, creare una connessione tra la loro azione e l’azione contemporanea.

Una volta ascoltate queste parole l’idea che mi sono fatto è che hanno ragione i NO-TAV. 

Pensare che le infrastrutture richieste dallo sviluppo tecnologico odierno possano essere uguali a quelle richieste ai tempi di Cavour equivale a:

  1. Negare il progresso tecnologico;
  2. Non avere la minima idea delle tecnologie disponibili.

Mi ricorda molto il tunnel dal CERN al Gran Sasso: “‘sti neutrini dovranno pur passare da qualche parte…”

Purtroppo non trovo su Internet il pezzo in cui il giovane (almeno dalla voce) dirigente fa il suo pistolotto, altrimenti avrei messo il link…

The Look

Pubblicato: settembre 15, 2015 da checco76 in Adolescenza, Attualità, Fashion, Novità, Parole, Pensieri, Ricordi, Societa', Society, Tecnologia
Tag:, , ,

Casio Watch

Noto con una certa sorpresa che gli orologi stile CASIO anni ’80 sono tornati di moda…

Per quanto all’epoca li trovassi interessantissimi perchè rappresentavano l’eccellenza della miniaturizzazione di componenti di massa, ho sempre pensato che fossero comunque brutti e, quindi, trovo il fenomeno alquanto interessante (e anche un po’ inquietante…). 

Mi chiedo come il cattivo gusto possa diventare moda, poi penso ai pantaloni a vita bassa e scuoto il capo…


chiuso-per-ferie-jpg

Dovrebbero inventare il galateo del ritorno dalle ferie!

Caro collega che fino a ieri stavi con gli zebedei in ammollo, mentre il sottoscritto lavorava (anche per te) e con prudenza evitava di disturbare il tuo meritato riposo, perché appena tornato devi scassare le scatole e non spendi un minuto per leggerli i documenti????

La prossima estate:

  • mi faccio dare il cellulare privato di tutti;
  • li chiamo tutte le notti alle 3;

Poi, quando parto io, rompo la SIM così non mi beccate più! Eccheccazz….


Angry

Un anno fa abbiamo cambiato casa e così abbiamo dovuto sottoscrivere un nuovo abbonamento per la linea fissa. Al giorno d’oggi, con l’invasione della telefonia cellulare, non sarebbe osceno pensare di poterne fare a meno, ma nell’area in cui si trova la nostra casetta il segnale (TIM, VODAFONE, TRE, WIND: senza distinzione di sesso, religione o razza) è semplicemente pessimo. Quindi non c’è alternativa a una linea ADSL (la fibra, ottica, ovviamente, è una chimera); da notare che il comune di cui parlo è Rozzano, adiacente a Milano, quindi non stiamo parlando di una baita circondata da un altopiano tibetano.

Caso vuole che in pieno trasloco sono stato contattato da VODAFONE che mi proponeva un contratto e stupidamente ho accettato.

(altro…)