Archivio per la categoria ‘Cronaca’


Abito a Rozzano, ridente comune a Sud di Milano. A dire il vero non si capisce cos’abbia da ridere dal momento che se ne parla solo per persone scomparse, fallimenti di municipalizzate, presepi più o meno mancati.

In fondo, però, se si escludono le zanzare io a Rozzano ci sto bene. Almeno per adesso. Potrei starci meglio? Hai voglia! Soprattutto se completassero il prolungamento della linea tranviaria 15, che da piazza Fontana termina attualmente (per chi è pratico della zona) in prossimità della Torre della Telecom.

(altro…)


Vista la porcata fatta da Marquez, che ha corso con l’unico obiettivo di far perdere tempo a Rossi, mi piacerebbe una conclusione di mondiale in cui:

  • Rossi non partecipasse alla gara di Valencia;
  • Marquez alla prima curva entrasse in collisione con Lorenzo ed entrambi finissero senza conseguenze nella ghiaia;
  • Rossi prendesse uno scooter e si recasse sul lungo dell’incidente facendo la stecca agli avversari e dandogli un passaggio fino ai box!!

Sí, mi rendo conto esser tutto inverosimile, ma che finale sarebbe!!?!?!?

Ad ogni modo… Un peccato che Marquez abbia voluto intromettersi in una disputa che non lo riguardava (per suoi demeriti), aiutando palesemente uno dei due contendenti…

Peccato d’ignoranza.

Il TAV e CAVOUR

Pubblicato: ottobre 15, 2015 da checco76 in Attualità, Cronaca, Economy, Europa, Italia, Job, No-Tav, Pensieri, Protesta, Societa'
Tag:, , , ,

Personalmente non ho ancora ben capito chi abbia ragione nella vicenda TAV; non trovo, infatti, fonti imparziali che diano dati e non l’elaborazione di dati. Qualche tempo fa, però, ho sentito alla radio l’intervista a un dirigente del progetto.

Il suddetto con enfasi spiegava come i tunnel in uso attualmente siano stati la geniale intuizione di Cavour che, di fronte al progresso tecnologico dell’epoca, intravide la necessità di costruire collegamenti per la circolazione delle merci e delle persone. Così il traforo in Val di Susa rappresenterebbe la continuazione del pensiero illuminato dello statista…

Il discorso è molto scenico, emozionale e corrisponde a uno schema preciso delle tecniche della comunicazione: citare personaggi noti a tutti, sottolinearne il genio e la grandezza, creare una connessione tra la loro azione e l’azione contemporanea.

Una volta ascoltate queste parole l’idea che mi sono fatto è che hanno ragione i NO-TAV. 

Pensare che le infrastrutture richieste dallo sviluppo tecnologico odierno possano essere uguali a quelle richieste ai tempi di Cavour equivale a:

  1. Negare il progresso tecnologico;
  2. Non avere la minima idea delle tecnologie disponibili.

Mi ricorda molto il tunnel dal CERN al Gran Sasso: “‘sti neutrini dovranno pur passare da qualche parte…”

Purtroppo non trovo su Internet il pezzo in cui il giovane (almeno dalla voce) dirigente fa il suo pistolotto, altrimenti avrei messo il link…


Chi non è abituato a perdere spesso reagisce male. È il caso della Sig.ra Merkel, e più in generale della Germania, che, dopo l’alzata di testa del popolo greco, sta ben pensando di fargli riabbassare il capo a furia di mazzate.

(altro…)


Votate no per dare un mandato forte al Vostro primo ministro.

Votate no per dire che è necessaria una soluzione definitiva.

Votate no per non essere ostaggio dì nessuno.

Votate no perché forse qualcuno si svegli.

Votate no per affermare la vostra sovranità.

Votate no perché le soluzioni che vi hanno fino a oggi imposto sono state tutte sbagliate.

Vi sono altri 100 motivi. 


Purtroppo quando non c’è da raccontare storie, ma da capire qualcosa, il ragazzo ha qualche difficoltà..


Ieri presso la Luiss il presidente del consiglio Renzi ha detto che chi è deputato a decidere deve decidere. 

Corretto! Bravo!

Quindi la pianti con i voti di fiducia e faccia lavorare il parlamento che, fino a prova contraria, è ancora l’organo che dovrebbe decidere…