Archivio per la categoria ‘Economy’

Il TAV e CAVOUR

Pubblicato: ottobre 15, 2015 da checco76 in Attualità, Cronaca, Economy, Europa, Italia, Job, No-Tav, Pensieri, Protesta, Societa'
Tag:, , , ,

Personalmente non ho ancora ben capito chi abbia ragione nella vicenda TAV; non trovo, infatti, fonti imparziali che diano dati e non l’elaborazione di dati. Qualche tempo fa, però, ho sentito alla radio l’intervista a un dirigente del progetto.

Il suddetto con enfasi spiegava come i tunnel in uso attualmente siano stati la geniale intuizione di Cavour che, di fronte al progresso tecnologico dell’epoca, intravide la necessità di costruire collegamenti per la circolazione delle merci e delle persone. Così il traforo in Val di Susa rappresenterebbe la continuazione del pensiero illuminato dello statista…

Il discorso è molto scenico, emozionale e corrisponde a uno schema preciso delle tecniche della comunicazione: citare personaggi noti a tutti, sottolinearne il genio e la grandezza, creare una connessione tra la loro azione e l’azione contemporanea.

Una volta ascoltate queste parole l’idea che mi sono fatto è che hanno ragione i NO-TAV. 

Pensare che le infrastrutture richieste dallo sviluppo tecnologico odierno possano essere uguali a quelle richieste ai tempi di Cavour equivale a:

  1. Negare il progresso tecnologico;
  2. Non avere la minima idea delle tecnologie disponibili.

Mi ricorda molto il tunnel dal CERN al Gran Sasso: “‘sti neutrini dovranno pur passare da qualche parte…”

Purtroppo non trovo su Internet il pezzo in cui il giovane (almeno dalla voce) dirigente fa il suo pistolotto, altrimenti avrei messo il link…

Annunci

Votate no per dare un mandato forte al Vostro primo ministro.

Votate no per dire che è necessaria una soluzione definitiva.

Votate no per non essere ostaggio dì nessuno.

Votate no perché forse qualcuno si svegli.

Votate no per affermare la vostra sovranità.

Votate no perché le soluzioni che vi hanno fino a oggi imposto sono state tutte sbagliate.

Vi sono altri 100 motivi. 


On. Boccia, Lei che voleva far pagare le tasse a Google, Apple, etc., perchè non grida e fa pagare le tasse in Italia anche alla FIAT ora che ha sede fiscale in GB????

Dai, sù, un po’ di coerenza!!!


L’Italia è oramai allo sfascio. Ciò che più mi sconvolge, però, è come sia possibile che gli italiani diano ancora credito a coloro che sono stati la causa della situazione in cui si trovano?

Siamo così fessi?

Ma fessi forte !


Vi do un Piccolo consiglio per valutare le conoscenze di un collega, il suo grado di professionalità e la sua competenza. Il test, in pratica, consiste nel fare al collega/cliente/fornitore una domanda su un tema specifico. Vi può rispondere fondamentalmente in 3 modi:
1) conosce la risposta;
2) ci deve ragionare sopra e vi farà sapere;
3) vi risponde che è necessario un meeting.

Le risposte 1) e 2) sono buone. Ha capito la domanda, in un caso è sicuro della risposta e nell’altro semplicemente cerca conferme e – al più – se ne riparlerà.

Nel terzo caso, invece, sappiate che non sa nemmeno di cosa state parlando. Non lo immagina neppure!
Provare per credere!!!

La competenza dei professionisti è inversamente proporzionale al tempo che trascorrono in riunioni… Eppure vi assicuro che c’è una foltissima schiera di strapagati “professionisti” che ritiene che il proprio compito si limiti a prenotare sale riunioni.

Nota a margine: molti si vantano anche del titolo di “Manager”…


Delusione

Ogni volta che ascolto un leader politico che parla in tv rimango sconcertata da quanto sia distante da me (e forse da molti altri come me). Parlano tanto ma le persone comuni non le ascoltano… (altro…)


antonio_la_trippa_gli_onorevoli

Tra poco più di un mese siamo chiamati a votare per rinnovare il parlamento e favorire la formazione di un nuovo governo che sia capace di farci uscire dalla più dura crisi economica dal secondo dopoguerra e che riesca a porre le basi per la crescita economica che non vediamo da anni.

Un compito tutt’altro che semplice.

Il nostro, intendo.

(altro…)