Archivio per la categoria ‘Impegno Civile’


Ho visto i sondaggi relativi alle elezioni del sindaco di Roma e mi chiedo:”cos’altro deve fare questo PD per perdere voti?”.

Bah?


Se fosse stato Berlusconi a proporre (non dico a fare) la riforma della costituzione così come la stanno facendo, in molti si sarebbero (giustamente) strappati le vesti.

Oggi qualcuno di quei molti tace, altri addirittura applaudono.

Brutta cosa non avere colonna vertebrale…


In uno Stato in cui per sapere se una partita di pallone si deve fare o no bisogna rivolgersi a Genny ‘A Carogna, in uno stato in cui alla presenza del presidente del consiglio e del presidente del Senato della Repubblica per far cominciare una partita bisogna chiedere a Genny ‘A Carogna, beh, io sto con Genny ‘A Carogna e, prima che venga giustamente interdetto dagli stadi per 5 anni, pretendo:

1) le dimissioni immediate del prefetto;
2) le dimissioni immediate del capo della polizia;
3) le dimissioni del Ministro Degli Interni;
4) le dimissioni del Presidente del consiglio;
5) le dimissioni del presidente del Senato

Poi, caro Genny, allo stadio non ci vai più a vita e, solo per la maglietta che portavi, te ne vai dritto in carcere a riflettere… Dopo gli altri, però… Perché “da grandi poteri nascono grandi responsabilità”, ma qui di supereroi ce ne sono pochi…


Un parlamento eletto con una legge incostituzionale, la cui maggioranza ha ottenuto voti sulla base di un’alleanza che non esiste più, con un Presidente del Consiglio che ha sostituito il precedente mai sfiduciato, vuole cambiare l’assetto Costituzionale facendo una legge elettorale decisa con un pregiudicato…
In sintesi quanto sopra è la storia degli ultimi 5 mesi di politica Italiana…

Al di là di un #popoloitalianostaisereno (che non è ben augurante), mi sembra che ci sia ben poco da stare allegri!

Ma nessuno se la sente di scendere in piazza a dire che semplicemente non è accettabile?!?


Mi chiedo quanto ancora siamo in grado di sopportare.


Dopo quanto è accaduto oggi, mi auguro che la Presidente Boldrini dia le dimissioni.

Perché attuare una norma mai utilizzata prima (la famosa tagliola) per far approvare un decreto sulla rivalutazione del capitale di Banca D’Italia, che darà vantaggi solo alle banche private, mi sembra veramente una enorme porcata anti-democratica! È anche un pericoloso precedente…

La verità è che non c’è più democrazia in questo paese. C’è un governo non votato, un parlamento eletto con una legge illegittima, un Presidente della Repubblica che fa il capo del governo, una legge elettorale imposta da un pregiudicato… Non vado avanti, ma credo che quanto detto sopra basti… Non temo smentite…


Succederà ciò che è successo con Falcone e Borsellino, gli uomini dello Stato (ovvero i rappresentanti delle istituzioni) si stracceranno le vesti, non prima di essersi tenuti a debita distanza dai funerali per “questioni di ordine pubblico”, ovvero evitare il (proprio) linciaggio.

Poi inizieranno a dedicargli strade, scuole, aeroporti, borse di studio da 50€ l’anno ed altre amenità. Le citazioni si sprecheranno e verranno interrotte da applausi commossi e standing ovation.

Quei pochi che si ricorderanno come sono andate le cose rammenteranno che si trattò (esattamente come Falcone, Borsellino, ma per andare ancora più indietro nel tempo potremmo citare Ambrosoli) di un uomo lasciato solo dalle Istituzioni che avrebbero dovuto difenderlo; di uno Stato incapace di farlo partecipare ad un’udienza perché non era possibile un trasporto sicuro…

La colpa di Di Matteo, però, non è stata quella (così come per Falcone e Borsellino) di aver intaccato gli interessi della Mafia, ma di aver provato a capire come la Mafia trattasse con quelle stesse Istituzioni che oggi lo lasciano solo.

Domani, dopo la mattanza, qualcuno verserà qualche lacrima, ma saranno lacrime di sollievo…