Archivio per la categoria ‘La Casta’


Ho visto i sondaggi relativi alle elezioni del sindaco di Roma e mi chiedo:”cos’altro deve fare questo PD per perdere voti?”.

Bah?

Annunci

Non credevo fosse mai possibile. Eppure è così. IO RIMPIANGO BETLUSCONI.

Quando il Sig. B. faceva qualche porcata, subito vi era una levata di scudi; subito si gridava allo scandalo; manifestazioni!

Oggi succede di tutto (veramente di tutto) e nessuno dice nulla! Almeno Berlusconi i voti in parlamento li aveva presi alle elezioni, quelli di oggi manco quello han fatto!

Mi vergogno, ma: VIVA BERLUSCONI 


Se fosse stato Berlusconi a proporre (non dico a fare) la riforma della costituzione così come la stanno facendo, in molti si sarebbero (giustamente) strappati le vesti.

Oggi qualcuno di quei molti tace, altri addirittura applaudono.

Brutta cosa non avere colonna vertebrale…


Al di là dell’aspetto fisico, altrimenti la Boldrini mi darebbe subito del sessista e possibile stupratore, la grande differenza, secondo me, sta nell’onesta intellettuale.

Lo so, sembra un paradosso parlare di intelletto argomentando su Calderoli, però quando fece una legge porcata lo ammise il giorno stesso.

La Boschi, nonostante sia riuscita nell’impossibile compito di peggiorare una legge pessima, non lo ammetterà neppure sotto tortura…

E noi che pensavamo che non potesse capitarci nulla peggio di Calderoli!! Illusi…


Un parlamento eletto con una legge incostituzionale, la cui maggioranza ha ottenuto voti sulla base di un’alleanza che non esiste più, con un Presidente del Consiglio che ha sostituito il precedente mai sfiduciato, vuole cambiare l’assetto Costituzionale facendo una legge elettorale decisa con un pregiudicato…
In sintesi quanto sopra è la storia degli ultimi 5 mesi di politica Italiana…

Al di là di un #popoloitalianostaisereno (che non è ben augurante), mi sembra che ci sia ben poco da stare allegri!

Ma nessuno se la sente di scendere in piazza a dire che semplicemente non è accettabile?!?


Dopo quanto è accaduto oggi, mi auguro che la Presidente Boldrini dia le dimissioni.

Perché attuare una norma mai utilizzata prima (la famosa tagliola) per far approvare un decreto sulla rivalutazione del capitale di Banca D’Italia, che darà vantaggi solo alle banche private, mi sembra veramente una enorme porcata anti-democratica! È anche un pericoloso precedente…

La verità è che non c’è più democrazia in questo paese. C’è un governo non votato, un parlamento eletto con una legge illegittima, un Presidente della Repubblica che fa il capo del governo, una legge elettorale imposta da un pregiudicato… Non vado avanti, ma credo che quanto detto sopra basti… Non temo smentite…


Oramai chi legge questo blog sa che di recente, non fidanodmi più di ciò che dice il PD, dubito fortemente di tutto ciò che gli esponenti del medesimo partito dicono. La Bonafè è un fulgidissimo esempio di YES-MAN (WOMAN, in questo caso) che riporta slogan di cui non conosce i contenuti.

Per valutare quanto L’On. Bonafè dice sulle province vi invito a leggere (sono poche pagine e basta scorrerle per capirne il senso) la relazione della Corte dei Conti (la trovate qui). Il sunto è molto semplice: le province di fatto non scompaiono; non c’è risparmio nel lungo periodo, è altresì probabile un aumento di spesa nel breve-medio termine.

Mi permetto di dire, inoltre, che è interessante che una Onorevole della Repubblica, firmataria di una mozione, decida di non votarla per spirito di partito e salvaguardare un accordo con un condannato in via definitiva.

Vede, Onorevole Bonafè, se Lei fosse stata eletta con le preferenze (che non volete nella legge elettorale, ma che sostenevate fino al giorno prima dell’incontro Renzi-Berlusconi), avrebbe dovuto rendere conto ai suoi elettori e non al Partito… Ma è troppo complicato il ragionamento, me ne rendo conto.

E’ inoltre scandaloso che l’intervistatore – l’immarciscibile Bruno Vespa – non abbia letto almeno la relazione della Corte dei Conti… Ma non dovrebbe essere un giornalista? Boh…

Morale, chi secondo voi è più credibile?