Archivio per la categoria ‘Scienza’


Oggi mi hanno detto che sono sempre pessimista. Ammetto che non sono propenso a facili entusiasmi, quindi in parte è vero. Rimane il fatto che preferisco affidarmi alla statistica.

Se vi è almeno il 65% di possibilità che ciò che vorrei si realizzi, ci spero molto.

Se vi è tra il 40% ed il 60% di probabilità di successo, sono un po’ meditabondo.

Sotto il 40%, beh, è vero… Non ci credo molto…

Di fronte al 99% di probabilità d’insuccesso, sarò anche pessimista, ma sperare che si realizzi l’1% è quantomeno illogico.


Non ho nessuna certezza, ovviamente, ma l'”accanimento” delle missioni su Marte e l’insistenza con cui si cercano tracce di una passata presenza d’acqua mi fanno pensare che, in realtà, gli scienziati della NASA sappiano già che sul pianeta rosso si sviluppò la vita come sulla Terra…

È solo una sensazione, ma sembra che vogliano abituare a piccoli passi l’opinione pubblica all’idea che, non nello spazio profondo, ma in uno dei pianeti più prossimo a noi c’erano forme di vita…

Immaginate cosa significherebbe! Le religioni, così come le conosciamo, avrebbero dei grossi problemi… L’idea generale dell’essere umano come “creatura superiore” andrebbe a farsi benedire…

Immaginate che rivoluzione!

Sono un pazzo visionario o qualcuno ha la stessa sensazione??
.
.
.
Ok… Sono un pazzo visionario! 🙂


Ok, ok… Mi scuso per la battutaccia nel titolo, ma non ho resistito… Al di là di ciò, comunque, vorrei spendere due parole circa la notizia giunta da Ginevra in merito alla conferma sperimentale dell'”esistenza” del bosone di Higgs.

Ammetto che mi ricordo poco della “cinematica del punto”, figuriamoci se sono in grado di dire cose sensate circa teorie quantistiche, quindi mi limito ad una richiesta di aiuto nel caso qualcuno di competente in materia avesse tempo e voglia di spiegare di cosa si sta parlando in questi giorni.

Vorrei, però, sottolineare un aspetto che mi pare molto importante, che già in altri post ho esposto, ma che i media preferiscono nascondere per poter utilizzare titoli ad alto impatto come “SCOPERTA LA PARTICELLA DI DIO”.

La Fisica cerca di “ingabbiare” i fenomeni che ci circondano creando modelli con l’unico linguaggio “rigoroso” che la mente umana conosce: il linguaggio matematico. Figuratevi cosa sarebbe successo se Einstein avesse chiesto ad un avvocato di descrivere la teoria della relatività…

Dire che “il bosone di Higgs” è “la particella che dà massa alle altre particelle” equivale a dire una bestialità. La massa – o meglio ciò che noi percepiamo e chiamiamo massa – esiste con o senza Higgs. Per quanto riguarda l’interesse di Dio in questo campo, beh.. penso che abbia altro da fare. Diciamo che il complicatissimo modello che l’umanità ha sviluppato per provare a descrivere l’universo grazie al buon Higgs funziona un po’ meglio!

Chiedo e attendo con ansia aiuto da chiunque sia in grado di darci una mano a capire un po’ meglio.


Hanno rettificato: i neutrini – con o senza tunnel tra Ginevra ed il Gran Sasso – sembra non siano riusciti ad essere più veloci della luce. Una brutta notizia per i sensazionalisti, che magari nemmeno sanno esattamente cosa sia un neutrino, cosa sia e cosa effettivamente rappresenti la velocità della luce. E allora, gli stessi che qualche mese fa gridavano al miracolo (???) oggi sono pronti a bacchettare gli scienziati che hanno condotto gli esperimenti. Ho anche letto un editoriale (ma non mi ricordo su quale giornale, altrimenti avrei fornito il link) a difesa di Einstein (???) il quale, dopo la “sconfitta” dei neutrini, rimarrebbe il cardine della fisica e non verrebbe confutato dagli arroganti giovani cervelloni.

(altro…)


Con una nota il Ministero dell’Istruzione sottolinea che l’Italia ha contribuito con 45 milioni di euro alla costruzione del Tunnel tra Ginevra ed il Gran Sasso.

Ovviamente non esiste nessun tunnel tra i due luoghi. Se vi fosse, probabilmente, la promessa del milione di nuovi posti di lavoro non solo sarebbe stata mantenuta, ma addirittura superata. Tra Ginevra ed il Gran Sasso ci sono oltre 700km!!!!!

A parte il fatto che sono sicuro che al ministero in questione non ci sia nessuno (ministro Gelmini in primis) che abbia la benché minima idea di ciò che significhi velocità della luce, mi chiedo: ma perché scrivere stupidate? Meglio il silenzio, no?

Cara Ministro Gelmini, dato che non ha idea di ciò che viene studiato al CERN (e temo anche in molte università italiane) e visto che già un tunnel le ha portato male, eviti di scrivere cavolate, ridurrà la probabilità di soffrire di “Tunnel Carpale”!

No, mi creda, per quello non servono finanziamenti…


Non sono uno di quelli che snobba Facebook, anzi. L’ho utilizzato e mi ha permesso di rimanere in stretto contatto con Colei che poco tempo fa ho sposato (in effetti, dal punto di vista femminile, Facebook non e’ un affare…). Quindi i miei ricordi legati al piu’ famoso social network non possono che essere piacevoli.

(altro…)


giantcondom

Prevenire e’ meglio che curare ed ognuno ha i propri metodi.

(altro…)