Archivio per la categoria ‘Society’

The Look

Pubblicato: settembre 15, 2015 da checco76 in Adolescenza, Attualità, Fashion, Novità, Parole, Pensieri, Ricordi, Societa', Society, Tecnologia
Tag:, , ,

Casio Watch

Noto con una certa sorpresa che gli orologi stile CASIO anni ’80 sono tornati di moda…

Per quanto all’epoca li trovassi interessantissimi perchè rappresentavano l’eccellenza della miniaturizzazione di componenti di massa, ho sempre pensato che fossero comunque brutti e, quindi, trovo il fenomeno alquanto interessante (e anche un po’ inquietante…). 

Mi chiedo come il cattivo gusto possa diventare moda, poi penso ai pantaloni a vita bassa e scuoto il capo…

Annunci

Votate no per dare un mandato forte al Vostro primo ministro.

Votate no per dire che è necessaria una soluzione definitiva.

Votate no per non essere ostaggio dì nessuno.

Votate no perché forse qualcuno si svegli.

Votate no per affermare la vostra sovranità.

Votate no perché le soluzioni che vi hanno fino a oggi imposto sono state tutte sbagliate.

Vi sono altri 100 motivi. 


On. Boccia, Lei che voleva far pagare le tasse a Google, Apple, etc., perchè non grida e fa pagare le tasse in Italia anche alla FIAT ora che ha sede fiscale in GB????

Dai, sù, un po’ di coerenza!!!


Se Cazzullo non sa cosa sia un figlio Excel, allora gli va tolta la possibilità di scrivere di cronaca sia essa politica o meno.

Mio padre è del ’46, non è un genio dell’informatica e per campare sa da almeno 15 anni cos’è un foglio Excel.

Mi chiedo: se un giornalista come Cazzullo (che è pure simpatico, la mia critica è puramente professionale) ignora strumenti che fanno parte della quotidianità di moltissimi, come fa a parlare della realtà? Ovvio, per esempio, che la banda larga non sia oggetto di discussione giornaliera, chi dovrebbe sollevare tali questioni non sa nemmeno di che si tratta!

Tutti a casa, Cazzullo compreso!


Al prossimo che mi dice che “devo essere attore del cambiamento” prometto solennemente – non mi interessa il ruolo che questa persona ricopre, fosse anche il presidente della Repubblica – una testata diretta diretta sul naso!

Che cosa significa “cambiamento” in sé? Nulla. Così come non è detto che il cambiamento sia necessariamente positivo. Tra una persona viva e la medesima morta c’è un bel cambiamento, ma chiedetele cosa ne pensa (se vi risponde, preoccupatevi…)

Quindi, se volete fare slogan, fate pure, ma non tiratemi in mezzo!


Pensavo che oramai si ballasse soltanto e poi….


Vi do un Piccolo consiglio per valutare le conoscenze di un collega, il suo grado di professionalità e la sua competenza. Il test, in pratica, consiste nel fare al collega/cliente/fornitore una domanda su un tema specifico. Vi può rispondere fondamentalmente in 3 modi:
1) conosce la risposta;
2) ci deve ragionare sopra e vi farà sapere;
3) vi risponde che è necessario un meeting.

Le risposte 1) e 2) sono buone. Ha capito la domanda, in un caso è sicuro della risposta e nell’altro semplicemente cerca conferme e – al più – se ne riparlerà.

Nel terzo caso, invece, sappiate che non sa nemmeno di cosa state parlando. Non lo immagina neppure!
Provare per credere!!!

La competenza dei professionisti è inversamente proporzionale al tempo che trascorrono in riunioni… Eppure vi assicuro che c’è una foltissima schiera di strapagati “professionisti” che ritiene che il proprio compito si limiti a prenotare sale riunioni.

Nota a margine: molti si vantano anche del titolo di “Manager”…