Posts contrassegnato dai tag ‘Elezioni’


Ho visto i sondaggi relativi alle elezioni del sindaco di Roma e mi chiedo:”cos’altro deve fare questo PD per perdere voti?”.

Bah?

Annunci

Come mai l’anti europeismo trova terreno fertile? Io credo perché l’Europa viene da molti percepita come un nemico. E chi la dipinge come tale? Senza riflettere verrebbe da rispondere che a definire l’Europa come la causa di ogni male sono gli Antieuroperisti, ma, così facendo, temo si confonderebbe la causa con l’effetto.

Qualcuno ha mai fatto caso che dai governi degli ultimi anni tutti i prelievi fiscali erano causati dal fatto che “ce lo chiedeva l’Europa”?
L’ultimo in ordine di tempo è stato l’aumento dell’imposta sulle rendite finanziarie. “Serve ad allinearci all’Europa” dicono. Il che è vero, ma perché allora non ci allineiamo anche ai salari medi europei? Oppure alla tassazione media europea?

È presto detto. L’Europa non c’entra nulla, è la nostra classe dirigente (politica e non) che, per giustificare la propria incapacità, utilizza l’Europa come capro espiatorio.

Difendere l’Unione Europea per questa gente non significa difendere un grande progetto di pace e unione dei popoli, significa semplicemente salvare il proprio paracadute…

Vi rimando al seguente link e ditemi se non vorreste un adeguamento all’Europa… Altro che 80 euro!

STIPENDIO MEDIO EUROPEO


Un parlamento eletto con una legge incostituzionale, la cui maggioranza ha ottenuto voti sulla base di un’alleanza che non esiste più, con un Presidente del Consiglio che ha sostituito il precedente mai sfiduciato, vuole cambiare l’assetto Costituzionale facendo una legge elettorale decisa con un pregiudicato…
In sintesi quanto sopra è la storia degli ultimi 5 mesi di politica Italiana…

Al di là di un #popoloitalianostaisereno (che non è ben augurante), mi sembra che ci sia ben poco da stare allegri!

Ma nessuno se la sente di scendere in piazza a dire che semplicemente non è accettabile?!?


Napolitano dice oggi che gli italiani non chiedono il voto.

1/3 degli italiani non vota. I restanti 2/3 votano quasi equamente distribuiti centrodestra, centrosinistra, movimento 5 stelle.

Quindi ciascuno schieramento rappresenta 2/9 degli italiani.

I 2/9 del movimento 5 vogliono votare.

Il PD ha appena fatto le primarie. L’80% ha votato o Renzi o Civati che vorrebbero votare.

Il PDL si è sfasciato, supponiamo magnanimamente che tra NCD e FI le
Forze siano eguali… 1/9 vorrebbe andare a votare.

Del terzo che non vota, supponiamo che la metà sia per il voto e l’altra metà no.. Tanto che gli frega, loro non votano…

Facciamo la somma: 2/9 + 0,8*2/9 + 1/9 + 1/6= 0,66. Vorrebbero votare..

In pratica, solo un terzo della maggioranza degli italiani non vuole tornare a votare.
Su cosa basa, allora, le sue convinzioni contrarie il Presidente della Repubblica?

Ma soprattutto: gli compete, forse, fare queste considerazioni? Non mi pare…

Ma la costituzione è valida solo quando fa comodo…

I conti li ho fatti in metropolitana, se ho sbagliato su un argomento così importante, mi merito una grande cazziata!!!


È un fatto. Questo paese è pro-Berlusconi. Ci sono quelli che lo amano; e ci sono quelli che amano odiarlo.
In entrambi i casi lo votano, i primi direttamente; i secondi votano un partito che senza Berlusconi non saprebbe cosa fare…

È anche interessante vedere come la stampa italiana (53esima al mondo per libertà) sottolinei il crollo del Movimento 5 Stelle, il quale non mi pare avesse partecipato alle amministrative precedenti nei comuni in cui si è votato oggi. Non penso nemmeno che a livello nazionale le cose siano cambiate molto…

Vedremo cosa succederà alle prossime elezioni – che saranno molto molto presto -, vedremo… Temo che sarà un brutto risveglio per i partiti… Staremo a vedere.

Rimane il fatto che nonostante tutto i più votati siano sempre gli stessi che ci hanno rovinato… Mi chiedo cosa debba succedere per convincere i miei connazionali a non farsi più prendere per il culo. Forse gli piace, a me no.