Posts contrassegnato dai tag ‘Ignoranza’


La premessa è dovuta. Ho sempre scritto e parlato utilizzando un pessimo italiano. La mia non è una scelta stilistica, si tratta di pura incapacità unita ad una discreta ignoranza. Lo ammetto con una certa dose di vergogna che mi spinge, ogni qualvolta commetto un errore e qualcuno me lo fa notare, a desiderare di scomparire in un istante.

Allo stesso modo la vergogna mi spinge ad ammirare in modo sconsiderato coloro i quali sanno esprimere i propri pensieri utilizzando termini e costrutti linguistici appropriati.

Ma perché scrivo cose del genere? Perché di recente leggo un po’ di commenti riportati su forum e blog (EUROSPORT, Beppe Grillo, Corriere della Sera, Repubblica, etc.) e mi pare di essere l’unico a vergognarsi per la propria ignoranza.

Non parlo della punteggiatura dei post (il mio professore del biennio al liceo mi dava sempre 4 nei temi per il mio pessimo rapporto con punti e virgole), ma di casi che definirei “senza speranza!!!”

C’è gente che – risulta chiaro dai post che scrive – ignora la differenza tra “a” ed “ha”; altri per i quali il verbo “dare” alla terza persona singolare del presente indicativo equivale ad una preposizione semplice.

Ma ciò che più impressiona è che se a tali individui viene segnalato l’errore, invece di vergognarsi si arrabbiano!!!

Lo sfogo (ovviamente scritto in tram e sicuramente ricolmo di orripilanti errori di forma e grammatica… ARGHHHHH!) nasce dall’aver letto un commento su EUROSPORT in cui l’unica parola corretta era: cazzo…

Annunci

Hanno rettificato: i neutrini – con o senza tunnel tra Ginevra ed il Gran Sasso – sembra non siano riusciti ad essere più veloci della luce. Una brutta notizia per i sensazionalisti, che magari nemmeno sanno esattamente cosa sia un neutrino, cosa sia e cosa effettivamente rappresenti la velocità della luce. E allora, gli stessi che qualche mese fa gridavano al miracolo (???) oggi sono pronti a bacchettare gli scienziati che hanno condotto gli esperimenti. Ho anche letto un editoriale (ma non mi ricordo su quale giornale, altrimenti avrei fornito il link) a difesa di Einstein (???) il quale, dopo la “sconfitta” dei neutrini, rimarrebbe il cardine della fisica e non verrebbe confutato dagli arroganti giovani cervelloni.

(altro…)