Posts contrassegnato dai tag ‘Partito Democratico’


Ho visto i sondaggi relativi alle elezioni del sindaco di Roma e mi chiedo:”cos’altro deve fare questo PD per perdere voti?”.

Bah?


111 favorevoli, 34 astenuti!

Dov’è lo scontro? Nemmeno un voto contrario! Si chiama plebiscito, non scontro.

Al PD (che ho votato tante volte in passato per cecità) gli accordi con Berlusconi sono sempre piaciuti. Ora si fa finta di parlare di scontro, ma in realtà non c’è nessuno scontro, bensì una grande comunione d’intenti…


Forse non tutti sanno che “il campionissimo”, Fausto Coppi, morì nel Gennaio del 1960 per colpa della malaria contratta in un precedente viaggio in Africa. Sarebbe bastato del chinino per salvarlo, ma Coppi era troppo popolare, troppo V.I.P., non lo si poteva curare con un semplice farmaco; ci voleva una soluzione geniale, una cura mai trovata prima.

Morale: il 2 Gennaio 1960 Fausto Coppi morì.

Questa triste storia, ben nota agli appassionati di sport, mi è tornata in mente quando ho visto il video qui sotto. La semplicità della risposta mette a tacere la povera Bianca Berlinguer… La risposta “del contestatore” è troppo semplice, troppo poco contorta, troppo lineare. Probabilmente i vertici del Partito Democratico hanno bisogno, per giustificare se stessi ed il proprio operato, di soluzioni geniali, di sorprendenti iniziative così come i medici che curarono Coppi.

Morale: il 28 Aprile 2013 (giono del guiramento del Governo Letta) il PD è morto.


Il Presidente del Consiglio, che guida un governo illegittimo dal momento che ha preso un premio di maggioranza grazie ad un’alleanza che non esiste più, oggi ha dichiarato in polemica con Beppe Grillo: “Io taglio stipendi ai ministri, lui?”.

Letta caro, qualche precisazione:

  • Il Movimento 5 Stelle ha rinunciato al rimborso elettorale. Tale rimborso ammontava a 42,7 milioni. Il PD, a fronte di una dichiarazione di spesa di circa 10 milioni, ne incasserà 48,5. Il PdL 38. Monti con le diverse liste circa 15. SEL circa 5;
  • I parlamentari del Movimento 5 Stelle si sono autoridotti lo stipendio ed ora stanno pure discutendo sulla diaria. Si può contestare al Movimento di esagerare nelle richieste verso i propri eletti, ma temo – per noi italiani – che gli altri partiti siano ad anni luce dalla trasparenza e dalla sobrieta che c’è nel Movimento 5 Stelle, nonostante quanto scrivono i giornali di un paese al 57esimo posto per la libertà di stampa (i.e. Repubblica, Corriere, giornali di Famiglia vari, etc., etc.).

Il PD sta zitto solo quando si potrebbe far del male al PdL (vedi il “No Comment” di ieri sulla condanna in appello a Berlusconi). Diventa quasi di cattivo gusto scrivere male del Partito Democratico, ma come non farlo? Stesse almeno zitto sempre. Invece no. Tace quando dovrebbe parlare e sproloquia quando converrebbe il silenzio; purtroppo quando agisce riesce a fare pure peggio.


Vergogna.


Pensate che Napolitano durerà 7 anni? Non scherziamo. Si dimetterà per “raggiunti limiti di età” tra un annetto ed il buon Baffino potrà finalmente coronare il suo progetto.

Purtroppo per gli elettori in buona fede del PD la classe dirigente del partito si è mostrata per ciò che è, ovvero un massa di incapaci.

Il PDL, da parte sua, è sempre fedele a se stesso: un muro di difesa che protegge il capo (o meglio il padrone).

Morale: il Movimento 5 Stelle prenderà il 40% alle prossime elezioni, e se lo sarà meritato tutto!

Lo spettacolo che ci hanno offerto nei 40 giorni dopo le elezioni e soprattutto negli ultimi tre va oltre qualsiasi capacità di sopportazione. C’è chi è ancora capace di tapparsi il naso, io no!

Ma soprattutto non si rendono conto che tra qualche mese la gente li andrà a prendere sotto casa.


Non hanno senso perché il Presidente del Consiglio, secondo la Costituzione vigente, lo nomina il Presidente della Repubblica su indicazione delle Camere.

Non hanno senso perché non è nota la legge elettorale con la quale si andrà a votare, o meglio, è nota e difficilmente vi sarà, se i sondaggi sono affidabili, una maggioranza in parlamento.

Non hanno senso perché, anche se tutti dicono il contrario, è evidente che puntano ad avere un altro governo presieduto da Mario Monti…