Archivio per luglio, 2012


Conversazione avvenuta in data odierna presso un esercizio all’interno della stazione centrale di Milano.

Io: buongiorno, potrei avere una bottiglia d’acqua naturale?

Barista: certo! 3€

(penso:”minchia quanto è cara”)

Il Barista mette 2 bottiglie sul bancone.

Io: No, guardi, ne volevo una sola..

Barista: ah, ok, mi scusi… Quanto mi ha dato? 3€? Ecco 1,50€ a lei. Arrivederci.

Dopo un po’ d’attesa…

Io: mi scusi… Lo scontrino?

Barista: oh, certo, eccolo…


Non c’è nulla da fare, bisogna solo esserne coscienti ed assumersene le conseguenze: dire ciò che si pensa è solo ed esclusivamente controproducente.

C’è, però, da fare un distinguo. Dire ciò che si pensa non equivale a disobbedire agli ordini. Anzi…

È un vero peccato, ma non per chi non tace le proprie opinioni, bensì per coloro che non le ascoltano. Succede così che chi ha responsabilità si circondi dei famosi YES-MAN, i quali darebbero ragione anche a chi gli dà degli idioti, dimostrando così tutte le loro capacità e spessore…

Se Edward John Smith – capitano del Titanic – non avesse preteso che tutti gli ufficiali venissero dalle navi precedentemente da lui comandate, forse avrebbe trovato qualcuno che la notte del 14 Aprile 1912 gli avrebbe detto:”Ciccio, andiamo un po’ più a Sud, perché qui intorno mi sembra di stare in un Martini con ghiaccio”!

Ciò non significa che chi “contesta” abbia sempre ragione, altroché! Ma la dialettica – fatto salvo che alla fine decide uno solo – aiuta ad evitare di fare/dire un po’ di errori…

Almeno io la penso così ed è il motivo per cui non farò mai carriera! 😀


 

Mala tempora currunt…

Il PD ha come primo problema all’ordine del giorno il matrimonio per le coppie omosessuali.

Il PDL ha come problema fondamentale “il caso” Minetti e il ritorno a Forza Italia.

Ragazzi, siamo veramente messi male!

Non ci sono nè idee nè persone.

In un altro periodo storico si parlerebbe di politica sotto l’ombrellone, oggi, putroppo, avremmo bisogno di ben altro spessore sia nei temi che nei personaggi…

Sono sconfortato.


Qualcuno mi spiega quale piacere c’è nel fare una cosa così stupida?


Forse un giorno si farà luce anche su ciò che successe in città. Per ora – dopo 11 anni – accontentiamoci del terzo ed ultimo grado di giudizio che condanna i vertici delle forze dell’ordine per la mattanza organizzata alla Diaz.

Qualcuno, infatti, mandò una squadra di picchiatori (in realtà dei ragazzi che non facevano nient’altro che eseguire degli ordini) a massacrare dei ragazzi (e non solo) che la notte successiva agli scontri in piazza di Genova si erano recati alla scuola Diaz per dormire. Il pestaggio venne organizzato senza una ragione e, per dargli una motivazione, vennero create prove false.

Ma perché successe tutto ciò? Io ho un’opinione ed è molto connessa ai nostri giorni. All’epoca stava nascendo il movimento NO-GLOBAL, un movimento trasversale che era contro il modello economico e di sviluppo che si stava affermando. E così in occasione dei vertici dei G8, il movimento organizzava delle mega-manifestazioni.

Qualcuno degli esponenti iniziava a contare e, quindi, bisognava fermarli. Prima di Genova c’era stata Goteborg – lo so perchè mi trovavo a Goteborg quell’anno -, lì non ci scappò il morto, ma i poliziotti svedesi furono zelanti come quelli italiani e fu un miracolo se in quel caso, nonostante un po’ di pallottole, nessuno perse la vita.

Il morto a Genova, invece, ci scappò (Carlo Giuliani) e fu il pretesto perchè i successivi incontri dei potenti si tenessero in luoghi inaccessibili. Nel contempo l’opinione pubblica venne aiutata a schierarsi contro il movimento che al G8 chiedeva condivisione delle scelte, altrimenti chiamata democrazia.

La crisi finanziaria che oggi viviamo, sarò eccessivo, la stiamo pagando anche per non aver voluto ascoltare le voci che negli anni ’90 e 2000 si levavano e che mettevano in guardia dal vicino tracollo. Chissà se – grazie alla debolezza dovuta alla crisi – altri movimenti (come per esempio “gli indignados” o “99%”) avranno più fortuna?


Ok, ok… Mi scuso per la battutaccia nel titolo, ma non ho resistito… Al di là di ciò, comunque, vorrei spendere due parole circa la notizia giunta da Ginevra in merito alla conferma sperimentale dell'”esistenza” del bosone di Higgs.

Ammetto che mi ricordo poco della “cinematica del punto”, figuriamoci se sono in grado di dire cose sensate circa teorie quantistiche, quindi mi limito ad una richiesta di aiuto nel caso qualcuno di competente in materia avesse tempo e voglia di spiegare di cosa si sta parlando in questi giorni.

Vorrei, però, sottolineare un aspetto che mi pare molto importante, che già in altri post ho esposto, ma che i media preferiscono nascondere per poter utilizzare titoli ad alto impatto come “SCOPERTA LA PARTICELLA DI DIO”.

La Fisica cerca di “ingabbiare” i fenomeni che ci circondano creando modelli con l’unico linguaggio “rigoroso” che la mente umana conosce: il linguaggio matematico. Figuratevi cosa sarebbe successo se Einstein avesse chiesto ad un avvocato di descrivere la teoria della relatività…

Dire che “il bosone di Higgs” è “la particella che dà massa alle altre particelle” equivale a dire una bestialità. La massa – o meglio ciò che noi percepiamo e chiamiamo massa – esiste con o senza Higgs. Per quanto riguarda l’interesse di Dio in questo campo, beh.. penso che abbia altro da fare. Diciamo che il complicatissimo modello che l’umanità ha sviluppato per provare a descrivere l’universo grazie al buon Higgs funziona un po’ meglio!

Chiedo e attendo con ansia aiuto da chiunque sia in grado di darci una mano a capire un po’ meglio.

Voglia Di Sterminio

Pubblicato: luglio 5, 2012 da checco76 in Pensieri, Salute, Tempo Libero, Vita Quotidiana
Tag:, , ,

Sono certo che nemmeno i più fervidi ambientalisti provino simpatia per le zanzare e credo che anche Madre Teresa ne avrà sterminate a migliaia senza sentirsi particolarmente colpevole.

Perché le zanzare sono degli insetti che non solo non ispirano dal punto di vista estetico una istantanea simpatia (sono proprio brutte), ma non hanno nemmeno quella particolare caratteristica che rende bizzarri (ed in qualche modo simpatici) altri insetti come per esempio i gusti gastronomici delle mosche (con una scelta così come fanno a stare antipatiche pur rimanendo brutte le mosche?).

Ieri sera, per paura che si scatenasse uno tsunami, siamo stati costretti ad alzare le zanzariere… Morale: non ho dormito poiché attaccato da ogni lato e punto ovunque!

Voglio solo tornare a casa presto e dare la caccia, fino allo sterminio, a quegli esserini inutili!!!